venerdì 19 dicembre 2014

LA CENA DI NATALE PREPARATIVI E RINGRAZIAMENTI

Come potrei non farvi vedere qualche foto della cena... una serata meravigliosa, in compagnia di persone meravigliose... incominciando dai miei adorati NONNI che per un mese intero hanno mantenuto il segreto... che si sono prodigati in tutto e per tutto... ebbene si, perché dovete sapere che, oltre alle decorazioni per la tavola, regalini e grembiuli, i bambini hanno preparato anche loro qualcosina per la cena... purtroppo tutto a loro insaputa.
Con nonna Mary hanno fatto la marmellata di mele speziata da mangiare con il formaggio.
Con nonna Marina hanno fatto delle palline di pandoro, nocciole e cioccolato 
Con nonna Grazia delle rose al cioccolato
e con nonna Laura hanno fatto i fichi ripieni di noci.
Nel frattempo, nonna Fernanda, nonno Gino e nonno Gianni sono venuti ad insegnare il canto in genovese ai bambini e a decorare l'albero di alloro.
Canto in Genovese: Trallalero de l'erbo
Trallalero là là,Trallalero là là,
Trallalero là là,Trallalero là là,
Pe fa un'erbo a dovèi
voèi savèi cose ghe veu?
Ghe veu tanti maccaroin
quelli lunghi, quelli fin.
Poi se legan co spaghetto
gianco e rosso, pe caitae,
perchè questi son i colori
i colori da cittae.
Trallalero là là,Trallalero là là...
Pe fa l'erbo ancon ciù bello
gh'appendemmo i mandarin,
i cetroin, e fighe e noxe,
i candi e i torroin.
Oua l'erbo o l'è faeto
poèi veddillo anche voi
sciù ciocchaeghe un bell'applauso
megio ancon se ne fae dui

Trallalero là là,Trallalero là là...
Questa canzone ricorda la tradizione dell'albero che, a Genova, si faceva con l'alloro e si addobbava con i maccheroni di Natale, mandarini, noci, fichi, torroni ecc. e tutto legato con i nastrini bianchi e rossi: i colori della città di Genova.
GRAZIE DI CUORE A TUTTI I MERAVIGLIOSI NONNI CHE MI HANNO AIUTATO IN QUESTA AVVENTURA... SIETE STATI FANTASTICI.
Maestra Valentina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...